Fabbrica abusiva di nocino: sequestrati 2 mila litri di alcol

Trovate tre cisterne svuotate, commerciante denunciato

Duemila litri di alcol di contrabbando sono stati sequestrati dalla guardia di finanza in un negozio e in un’abitazione di Altamura (Bari). Le bottiglie da due litri trovate nell’esercizio commerciale erano prive dell’etichetta di Stato comprovante il pagamento dell’imposta e delle indicazioni riguardanti la qualità e la provenienza del prodotto.

La perquisizione compiuta nell’abitazione del commerciante ha permesso di individuare una centrale abusiva di imbottigliamento dell’alcol che verosimilmente era destinato alla produzione del tradizionale liquore di noci. Nell’appartamento sono state trovate tre cisterne svuotate dopo la vendita dell’alcol. Il commerciante è stato denunciato a piede libero.